Pane al farro e ceci (senza impastatrice)

Il pane fatto in casa non mi è mai uscito bene. Non ho impastatrici e ho sempre fatto una gran fatica a sfornare pagnotte che fossero in grado di essere chiamate tali. Un disastro insomma… per fortuna sono una che non molla e – aspettando di avere una cucina più grande per potermi permettere una planetaria con i fiocchi – sono riuscita a ottenere del buon pane in modo facile. I tempi sono un po’ lunghi – la lievitazione è durata circa 15 ore -, ma comunque conciliabili con gli impegni giornalieri, e non è sicuramente necessario rimanere in casa tutto il giorno.

INGREDIENTI per una pagnotta

  • 350 grammi di farina di farro
  • 250 grammi di farina di ceci
  • 2 cucchiaini di lievito di birra in polvere
  • 350 grammi di acqua (circa due bicchieri)
  • un cucchiaino di sale

PROCEDIMENTO

Fate sciogliere il lievito dentro mezzo bicchiere di acqua e mescolate benissimo per almeno 5 minuti. In una ciotola ampia unite la farina e il sale, l’acqua con il lievito e mescolate. Infine aggiungete la restante acqua e mescolate con una forchetta per un minuto senza impastare! Ora coprite e avvolgete la ciotola (tenetela al calduccio) per 12 ore.

Se ogni tanto spiate sotto il panno noterete che la pasta si “bucherella”: è normale, il lievito sta respirando!

Trascorse la 12 ore, infarinate un piano e la vostra pasta è pronta per essere “risvegliata” (se l’impasto risulta molle non preoccupatevi, con le mani sporche di farina non farete fatica a modellarla), stendetela sul piano e ribaltatela su se stessa più volte in modo energico.

Formate un panetto e rimettetelo nella ciotola per altre 3 ore.

Ripetete l’operazione del “risvegliamento”, accendete il forno a 170 gradi e infornate il panetto su una placca da forno (ricoperta da carta forno) per 45/50 minuti, finché la crosta del pane non sarà ben dorata e avrete uno splendido profumo di pane per casa.

Buon lavoro e mani in pasta!

Baci

V.

Pubblicato da valentinarasoli

Mi chiamo Valentina, le passioni della mia vita sono il cibo, i viaggi e l'eleganza in ogni sua forma. Cucinare mi rende felice, così come mangiare e scoprire nuovi posticini per assaggiare ogni tipologia di cucina. Viaggiare per me è come un'avventura, un'esperienza. Ogni cultura è un patrimonio che va scoperto e approfondito, soprattutto quello enogastronomico. Adoro i prodotti del territorio, e le tradizioni legate ad ogni piatto. Sono un'esteta, e adoro tutto ciò che mi fa brillare gli occhi. Sono laureata in giurisprudenza, anche se non è stata la mia strada; mi occupo di marketing per una nota azienda di prodotti alimentari. Scrivo su Ready, una rivista di cultura ecologica, dove curo una mia rubrica dal nome "Food&TheCity".

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: